NEWS & VIEWS

Le ultime notizie dal panorama finanziario.

Quattro consigli per sopravvivere ad un mercato orso

Se stai investendo a lungo termine, i mercati ribassisti sono qualcosa che sperimenterai più volte nel tuo orizzonte di investimento.

Quindi sapere come reagire durante un mercato ribassista è importante per garantire che i tuoi investimenti superino questi periodi difficili e possibilmente prosperino anche dopo.

Dato che attualmente ne siamo nel bel mezzo, ho pensato che fosse opportuno condividere i miei pensieri su questo momento.

Ognuno di noi può avere obiettivi di investimento diversi.

Quelli con più capitale e che generalmente sono più anziani potrebbero essere più preoccupati per la conservazione del patrimonio.

Nel frattempo, quelli con meno capitale e che sono leggermente più giovani come me sono probabilmente più preoccupati per l’accumulo.

Indipendentemente da ciò, l’obiettivo di investimento di nessuno è quello di perdere ricchezza, quindi diamo un’occhiata a come possiamo evitarlo.

Uno dei modi più comuni in cui le persone perdono denaro durante i mercati ribassisti è vendere per il panico.

Questo spesso capita quando svendi un investimento il cui prezzo scende in modo significativo per paura che non sia in grado di riprendersi o nel tentativo di preservare il capitale che è rimasto.

La motivazione alla base di ciò è “ridurre le perdite”.

Sebbene tagliare le perdite non sia di per sé negativo, il problema riguarda più il fatto che la decisione di vendere è guidata dall’emozione piuttosto che dall’analisi o dalla logica.

Questo spesso offusca il giudizio e ci impedisce di prendere decisioni sane.

Quando vendiamo nel panico, ci rendiamo immediatamente conto delle perdite nei nostri investimenti, causandoci una perdita di denaro reale.

Se l’investimento che abbiamo svenduto successivamente si riprende, non guadagneremo il profitto che avremmo realizzato se lo avessimo mantenuto.

Ma cosa scatena la vendita di panico?

Di solito, è quando vediamo che il nostro portafoglio ha subito un crollo di valore maggiore rispetto a quello che avevamo messo in conto e che ci faceva sentire a nostro agio.

In altre parole, stavamo assumendo più rischi di quanto avremmo dovuto.

Può anche essere alimentato da notizie economiche negative o speculazioni che aumentano il senso di paura e ansia che potremmo provare.

Ora, diamo un’occhiata a cosa possiamo fare per superare un mercato ribassista e uscirne più forti.

1: Rivaluta la tua propensione al rischio

Se non hai sperimentato qualcosa in prima persona, è difficile capire quanto potresti sentirti a tuo agio (o a disagio) in quella specifica situazione.

Non è diverso quando si tratta della tua propensione al rischio per gli investimenti.

È probabile che quando hai iniziato a investire per la prima volta, non sapessi davvero quanto rischio eri in grado di sopportare.

Probabilmente hai fatto un’ipotesi sulla tua propensione al rischio dopo aver considerato vari fattori come il modo in cui generalmente reagisci al rischio nella tua vita quotidiana, il tuo rapporto con il denaro, il tuo orizzonte di investimento, ecc.

Ma fino ad ora non hai mai avuto modo di scoprire e testare se la tua effettiva propensione al rischio è all’altezza della tua propensione al rischio percepita.

È importante conoscere la tua propensione al rischio perché questo ti assicura di essere a tuo agio con la quantità di rischio che stai sopportando.

Sapere quanta volatilità aspettarti nel tuo portafoglio, ti aiuta a ridurre il rischio di vendite in preda al panico quando vedi che il tuo portafoglio va male.

Nella condizione di mercato ribassista di oggi, i portafogli della maggior parte delle persone hanno subito un colpo considerevole, e probabilmente anche il tuo.

Se è la prima volta che sperimenti tali condizioni di mercato da quando hai iniziato a investire, questa è l’occasione perfetta per scoprire quanto sei davvero a tuo agio con il rischio.

Tutto ciò che serve è una domanda: in che modo l’attuale mercato ribassista ti ha influenzato?

Se controlli costantemente i tuoi investimenti, ti senti ansioso di perdere denaro o perdere il sonno a causa dei tuoi investimenti, potresti assumerti più rischi di quelli che sei in grado di sopportare.

Andando avanti, probabilmente vorrai modificare il tuo portafoglio e ridurre la tua esposizione al rischio in modo da poter continuare a investire senza sentire il peso di tale stress finanziario.

D’altra parte, se ti ritrovi imperturbabile per le cattive condizioni del mercato e sei in grado di andare avanti come al solito, sei a buon punto.

Stai assumendo la giusta quantità di rischio nel tuo portafoglio o anche abbastanza a tuo agio da assumerti più rischi.

Puoi considerare di aumentare leggermente il livello di rischio del tuo portafoglio se ritieni che il tuo portafoglio attuale sia troppo prudente.

Ciò ha il potenziale per produrre rendimenti più elevati durante il periodo di investimento, anche se non è garantito che un rischio maggiore porti ad una ricompensa maggiore.

2: Modifica il tuo portafoglio

Dopo aver determinato la tua propensione al rischio, è il momento di apportare modifiche al tuo portafoglio, se necessario.

Se ti sei reso conto che esiste una discrepanza tra il profilo di rischio del tuo portafoglio e la tua effettiva propensione al rischio, probabilmente dovresti fare degli adattamenti.

Ciò assicurerà che il tuo portfolio funzioni per te, investire è una cosa intima e personale non lo dimenticare.

Per aumentare il profilo di rischio del tuo portafoglio, invece, puoi considerare di investire maggiormente in azionario sempre in modo diversificato.

Fondi ed ETF, infatti, mentre ti espongono alle azioni mitigano anche alcuni rischi essendo diversificati su centinaia di titoli diversi rendendoli relativamente più sicuri rispetto ai singoli titoli.

Al contrario, per ridurre il profilo di rischio del tuo portafoglio, puoi considerare di investire di più in prodotti a reddito fisso come obbligazioni, oro o persino di aumentare il tuo fondo pensione(FP).

Obbligazioni e oro sono investimenti comunemente utilizzati per coprire i portafogli contro i mercati ribassisti perché la loro performance tende a essere inversamente correlata a quella delle azioni.

Quindi, quando le azioni stanno crollando in un mercato ribassista, le obbligazioni e l’oro dovrebbero mantenere il loro valore o avere un rendimento netto positivo.

Ciò riduce l’impatto negativo del mercato ribassista sul tuo portafoglio complessivo e può rendere gli investimenti più sopportabili per te.

Fare aggiuntivi sul tuo FP è una strategia leggermente meno ortodossa, ma potrebbe essere l’opzione giusta per alcune persone.

Ci sono diversi vantaggi nel ricaricare il tuo FP.

In primo luogo, ti permette di migliorare sensibilmente i rendimenti nella tua posizione a più lungo periodo se sei un contribuente ancora “”giovane” come me.

Successivamente, rimpinguare il tuo FP ti consente di beneficiare di sgravi fiscali che restano l’unico “rendimento garantito” sul mercato odierno.

Quindi non solo i tuoi versamenti generano rendimenti, ma compensano anche l’importo che paghi in tasse per l’anno.

Infine, così facendo ti assicurerai di lavorare attivamente anche per prepararti al pensionamento poiché il denaro nel tuo FP non è prelevabile gratuitamente.

3: Attenersi al processo di pianificazione

La prossima cosa che dovresti fare è attenerti al processo e continuare a investire.

Ora che il tuo portafoglio riflette in modo più accurato la tua propensione al rischio, dovresti sentirti più a tuo agio nel continuare a investire nonostante il mercato ribassista.

Anche se può sembrare ridicolo continuare a versare denaro nei tuoi investimenti quando stanno andando male, in realtà non è così, anzi, potrebbe essere una delle cose migliori che puoi fare.

Pensaci un attimo: quand’è stata l’ultima volta che hai pensato che fosse una cattiva idea acquistare qualcosa a un prezzo scontato?

In un mercato ribassista in cui i prezzi delle azioni sono generalmente più bassi, continuare a investire significa semplicemente ottenere un miglior rapporto qualità-prezzo perché la stessa quantità di denaro ora ti fa guadagnare più azioni del solito, ovvero più rendimenti del solito sul tuo investimento orizzonte.

Come diceva Warren Buffett: sii avido quando gli altri hanno paura.

Se fai le mosse giuste durante un mercato ribassista, c’è la possibilità per te di guadagnare molti soldi da esso piuttosto che perdere soldi.

I mercati ribassisti sono solo parte integrante del ciclo economico: non possono essere evitati.

Ma quello che sappiamo anche del ciclo economico è che i mercati ribassisti sono seguiti dai mercati rialzisti e che il mercato generalmente tende al rialzo.

Ciò ribadisce il punto precedente sull’ottenere un affare migliore quando si continua a investire durante un mercato ribassista.

Tuttavia, questo è vero solo se i fondamentali dietro l’azione in cui stai investendo non si sono deteriorati.

Ad esempio, se investi in indici diversificati come un ETF sullo S&P 500, puoi aspettarti che il suo prezzo aumenterà nel corso degli anni.

Ma se investi in singoli titoli, dovrai prestare maggiore attenzione.

C’è molta meno certezza che un singolo titolo aumenterà di valore nel corso degli anni.

E, se c’è stato un cambiamento significativo o un’interruzione nel settore che ha un impatto sul potenziale futuro del titolo in cui stai investendo o in cui stai pensando di investire, dovrai rivalutare nuovamente il titolo/la società.

Ad esempio, supponiamo che tu abbia investito in azioni di compagnie aeree prima della pandemia nel 2020.

Con le restrizioni di viaggio imposte, non era chiaro come si sarebbero comportate le azioni delle compagnie aeree a breve termine o se sarebbero sopravvissute alla pandemia.

In tal caso, potresti non voler continuare a investire in azioni delle compagnie aeree per un po’ finché le cose non si saranno sistemate.

4: Blocca il rumore di fondo

Infine, ti farai un favore bloccando il rumore generato dai media mainstream e dai social media.

Il motivo è che la maggior parte delle volte questi titoli o post che attirano l’attenzione sono improduttivi e speculativi.

Possono instillare paura e ansia nella mente degli investitori al dettaglio come te e me anche se non sono vere.

E quando ciò accade, è più probabile che prendiamo decisioni di investimento sbagliate come vendere nel panico in reazione a queste emozioni che possono farci perdere denaro.

Il fatto è che chiunque può fare una previsione o gettare un po’ d’ombra su qualche tipo di investimento e statisticamente, alcuni di essi finiranno per essere veri.

Tuttavia, la maggior parte delle volte, non sono vere e se permettiamo a tale rumore di interferire con i nostri piani di investimento, ciò può ostacolare i nostri sforzi di investimento.

Bloccando quanto più rumore possibile, riduciamo le possibilità che ci vengano in mente speculazioni e notizie negative, riducendo così al minimo la probabilità di vendite di panico.

Riassumendo

Un mercato ribassista può essere difficile da affrontare mentalmente, ma dato che non possiamo evitarlo per sempre, potremmo anche imparare ad abbracciarlo e prepararci.

Adottando le misure appropriate, non solo possiamo mitigare le nostre perdite da un mercato ribassista, ma può anche permetterci di continuare a investire comodamente e possibilmente anche trarne profitto.

Author:

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web.
Cookie policy