NEWS & VIEWS

Le ultime notizie dal panorama finanziario.
Quanto dovresti risparmiare per ogni fascia d’età?

Quanto dovresti risparmiare per ogni fascia d’età?

L’ingresso nel mondo lavorativo slitta sempre più in avanti per i giovani di oggi, ed al contempo anche la possibilità di iniziare a risparmiare. Vediamo quanto è il risparmio ideale per ogni fascia di età.

Statisticamente, gli italiani NON sono grandi risparmiatori: questo è dovuto alla scarsa considerazione che diamo oggi al futuro, al fatto di non avere una visione a lungo termine.

Tutta colpa del “presentismo”, per cui ci ostineremmo a tenere in considerazione solo il presente. Su un campione di 1.500 investitori di diverse fasce d’età, è emerso:

  • 2 persone su 10, associano il futuro ad un periodo inferiore ad 1 anno;
  • 6 su 10, non lo considerano oltre i 5 anni;
  • solo 1 persona su 10 del campione, interpreta il futuro come un periodo più lungo di 10 anni.

Questi dati non servono a farti sentire in colpa se rientri in questo campione, ma a farti rivalutare la tua situazione il prima possibile, prima che sia troppo tardi: è importante che inizi a risparmiare ciò che puoi, anche piccole somme, non appena ne hai la possibilità.

Prima cominci ad accumulare e mettere da parte i tuoi soldi, prima riuscirai a costruire un “cuscinetto” che ti riparerà da qualunque possibile imprevisto futuro.

Per stimolare l’idea di diventare risparmiatore, ho provato a calcolare quanto dovresti aver risparmiato in certe fasce d’età, ed evitare di rientrare nello stereotipo del cattivo risparmiatore.

Quanto dovresti avere da parte a 20 anni

Siamo all’inizio del tuo cammino da risparmiatore: potresti aver appena iniziato a lavorare o essere ancora all’università, in attesa di laurearti.

Nessuno si aspetta che tu abbia già accumulato un gran patrimonio, a questa età; è però importante che tu abbia iniziato a familiarizzare con il concetto di risparmio, sia per avere un cuscinetto finanziario per gli imprevisti, sia per la tua pensione.

La cosa bella dell’interesse composto è che prima inizi a risparmiare e investire, più i tuoi soldi lieviteranno prima della pensione. Inizia mettendo da parte un po’ per volta, anche piccole cifre: automatizza le tue tranches di risparmio, inizia con ciò che puoi permetterti e fai crescere l’importo nel corso del tempo.

Chi inizia è a metà dell’opera, ma devi iniziare!

Quanto dovresti avere da parte a 30 anni

Qui, i pareri sono discordanti: potrebbe capitare di sentirti dire che dovresti aver messo da parte un importo equivalente alla metà o al totale di un tuo stipendio annuale (questo significa che, se guadagni 20.000 euro all’anno, dovresti avere da parte tra i 10.000 ed i 20.000 euro).

Se non ti ci ritrovi affatto, ma vorresti comunque capovolgere la tua situazione finanziaria attuale, allora inizia fissarti da subito obiettivi per i tuoi risparmi, da raggiungere alla grande con l’energia dei 30 anni.

Quanto dovresti avere da parte a 40 anni

Lo stipendio medio di un quarantenne con lavoro impiegatizio, si aggira intorno ai 30.000 euro all’anno: la regola, se hai raggiunto i quarant’anni, è che dovresti aver messo da parte un importo pari a tre volte il tuo stipendio annuale.

Questi dati ti preoccupano? Sappi che non sei solo. Cogli però l’occasione per riflettere sul fatto che non è mai troppo tardi per iniziare ad investire i tuoi soldi, e far crescere il tuo capitale iniziale nel corso del tempo.

Quanto dovresti avere da parte a 50 anni

A cinquant’anni dovresti aver risparmiato un importo pari a quattro volte il tuo stipendio annuale.

In realtà, l’importo è più alto se penso alla pensione e a quanto dovresti aver messo da parte per una vecchiaia serena: non lo dico per spaventarti, ma per darti una stima su cui basarti – visto che sei ancora in tempo!

E adesso?

Ricorda che questi numeri sono soltanto linee guida. Se non riflettono la tua attuale situazione, non farti prendere dal panico! Ogni caso è diverso e ognuno di noi ha le proprie abitudini quotidiane e le proprie esigenze dal punto di vista finanziario.

Ciò che devi tenere a mente, invece, è che dovresti iniziare a risparmiare il prima possibile (idealmente tra il 10% ed il 15% delle tue entrate annuali), così come dovresti iniziare ad investire quei risparmi attraverso opzioni d’investimento ben ponderate.

La chiave è, come avrai capito, il tempo: più i tuoi soldi ne hanno davanti per crescere, più sarà il rendimento potenziale sul tuo capitale.

Author:

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web.
Cookie policy