NEWS & VIEWS

Le ultime notizie dal panorama finanziario.

10 risposte alle domande che tutti gli investitori si stanno facendo e si faranno

Nei momenti di stress finanziario dei mercati diventa importante trovare argomenti razionali per non commettere errori devastanti per ogni pianificazione finanziaria. Ho voluto radunare in questo articolo 10 domande e relative risposte che mi sono state fatte da lettori ed investitori in questi giorni ma che saranno le stesse anche nei futuri ribassi.

1.    Perché il mercato sta crollando?

Non si è spiaccicato a terra… finora! Il Ftse Mib è sceso solo del 16% dal massimo del 4 gennaio, e lo stesso vale per gli altri indici. Lo S&P500 da inizio anno è sceso del 14% mentre il Nasdaq del 23%. Tanto per te?  Ma non è un incidente anzi.

Se pensi sia troppo o lo reputi un tracollo, potresti soffrire di “cecità al denominatore”, che è la tendenza a concentrarsi sul numero assoluto rispetto al calo percentuale. Ti faccio un esempio. Sei entrato nel mercato investendo € 500.000, ma il tuo sguardo si concentra sul -80.000 euro piuttosto che la variazione percentuale. I motivi possono essere due: o sembra che tu sia stato viziato dall’aumento dei mercati negli ultimi anni che un calo dell’16% sembra un crollo, oppure, non sei l’investitore che pensi di essere ed in questo caso ti consiglio di rivedere la tua propensione al rischio prima che tu compia errori.

Come ha detto Warren Buffett al recente incontro del Berkshire –

My general assumption — there’s no way to prove it — but essentially, people are now behaving somewhat more tribal than they have for a long time. It’s fun to participate in, but it can get very dangerous when people say two plus two is five and the other says two plus two is three, you know, and they’re gonna give you those answers.

L’oracolo di Omaha afferma che ci sono molti operatori nel mercato che associano comportamenti istintivi nelle decisioni per lungo tempo, insomma si investe con la pancia e questo non fa altro che far bruciare denaro ai piccoli investitori. Ricorda, il sistema, mira a sollecitare la tua emotività tra miti del guadagno facile, notizie di crolli e rendite facili e subito, tieniti alla larga da tutto ciò e prendi qualsiasi decisione di investimento almeno contando fino a 1000.

Dobbiamo capire che il mercato azionario si muove in cicli, e quindi le fluttuazioni sono inevitabili.

Puoi aggrapparti alla speranza di far cassa con i tuoi guadagni, portarli a casa e gettare via le tue perdite. Questa è stata la speranza di ogni investitore ambizioso, ma fino ad oggi nessuno è riuscito ad anticipare il mercato con costanza. Chiunque vada dietro ai guadagni (piacere) non deve lamentarsi quando si imbatte in perdite (dolore). Se non lo accetti, fidati, saranno i mercati a servirti questo promemoria, e dobbiamo accettarlo.

2.    Va bene, non è un incidente. Perché il mercato è in calo?

Se si va dietro alle notizie sentiremo che la gente sta parlando dei “deboli segnali globali”, dell’aumento dell’inflazione e dei tassi di interesse, della guerra Russia-Ucraina, del fragile sistema finanziario, ecc. Ma la realtà è molto più complicata credo. È un mix di tutti questi fattori ed altri.

La mia più razionale ipotesi sul perché il mercato stia scendendo è che sono più le persone che stanno vendendo azioni di quante ne stiano acquistando. E questo sembra perché ci sono più persone con meno stomaco per resistere a tali battute d’arresto temporanee.

3.    Ci stiamo dirigendo verso un’altra situazione simile a quella del 2008?

Ah, se questa situazione è come il 2008 è impossibile da prevedere. Anche se Buffett ha detto alla riunione di Berkshire che “we were not very, very far away from having something that might have been a repeat of 2008 or even worse”, pensando al massiccio impatto della pandemia sulla liquidità del mercato, tutto ciò che posso dire con certezza è che non lo so se questo si riveli essere come il 2008 o meno. Ma sembra ragionevolmente che le cose potrebbero rimanere difficili per un po’ di tempo…ma con la stessa certezza ti dico che può diventare più difficile se continui a guardare e leggere quei titoli dei media che hanno la devastante abitudine di rendere le cose fuori proporzione (ricorda ancora, il sistema in cui viviamo mira a sollecitare l’estrema emotività, ma negli investimenti vince chi mantiene un ragionevole equilibrio).

Quindi, se desideri ridurre le tue preoccupazioni, prima smetti di guardare / leggere quei media. Questo ti darà tutto il tempo e il senso per pensare con calma e saggezza a questa situazione ed anzi confrontati con il tuo consulente finanziario per un pensiero ragionato condiviso.

Dopo l’ultimo declino, le azioni sono un po ‘più economiche di quanto non fossero prima che tutto iniziasse. Ma potrebbero diventare ancora molto più economiche prima che questo sia finito.

4.    Ok, quindi stai dicendo che il mercato può diventare più rischioso?

In primo luogo, devi imparare a distinguere tra “rischio” e “incertezza”. Andando a rispolverare qualche vecchia lezione universitaria di calcolo delle probabilità provo a spiegartelo.

Il rischio è quando non sappiamo cosa accadrà dopo, ma conosciamo la probabilità di vari risultati da quell’evento. Il lancio dei dadi è un esempio.

I rischi reali nell’investimento sono quelli di perdere denaro e perdere opportunità. Purtroppo, ignoriamo il primo rischio quando i prezzi delle azioni sono in aumento e il secondo rischio quando sono in calo.

L’incertezza, d’altra parte, è quando non sappiamo cosa accadrà dopo, e nemmeno conosciamo la probabilità di vari esiti da quell’evento. La vera incertezza si verifica in sistemi complessi, dove molti attori interagiscono nel tempo – l’economia e il mercato azionario sono esempi.

Le reali opportunità di profitto esistono solo di fronte all’incertezza, come la situazione che viviamo ora. Il che significa che se vogliamo investire con successo, non solo dobbiamo affrontare l’incertezza, dobbiamo cercarla e poi adattarci ad essa.

5.    Sono ancora preoccupato! Dovrei vendere e incassare prima che il mercato scenda ulteriormente?  Ho sentito il detto: “Sell in May, and go away”. Siamo a maggio!

Investire è molto personale, quindi non esiste un unico consiglio adatto a tutti. Ma basta che tutti ragionino per capire. Se sei sicuro del tuo lavoro (flussi di cassa) per i prossimi anni, hai un surplus mensile che dedichi al risparmio, magari hai un piano finanziario che prevede un fondo per gli imprevisti e i tuoi obiettivi sono lontani (diciamo, oltre i dieci anni), allora continua ad investire.

Se ti stai agitando con una tale correzione (non crash!), allora devi essere preoccupato. In effetti, devi riconsiderare seriamente le tue decisioni negli investimenti, perché come scrivo spesso “investire non è per tutti, soprattutto se non si conosce che investitore siamo”.

Una visione a lungo termine richiede la capacità di sopportare l’estrema volatilità del mercato a breve termine. Se non puoi farlo, dovresti spostare i tuoi soldi su altri strumenti come conti deposito bancari e fondi liquidità.

Jason Zweig ha scritto in un post sul WSJ – “Al fine di catturare i rendimenti potenzialmente più elevati che le azioni possono offrire, devi riconciliarti con la certezza di orribili perdite a breve termine. Se non riesci a farlo, non dovresti investire in azioni e non dovresti nemmeno provare vergogna per questo. “

Rispetta il tuo IO INVESTITORE.

6.    Ora vedi un’opportunità per acquistare più azioni?

Se hai identificato asset class che hanno un grande potenziale, ed hai un portafoglio ben diversificato insieme ad un piano finanziario strutturato ALLORA SI. Tali discese di mercato sembreranno piccoli scivoli su un periodo di 10 o 20 anni. Non interrompere l’effetto dell’interesse composto a meno che non ci siano dubbi sulla qualità del veicolo di investimento che stai utilizzando per farlo.

Ma ecco un avvertimento: se pensi che questo sia un momento per essere avido perché tutti sembrano essere in preda al panico, allora dovresti chiederti se la tua avidità è guidata dalla fiducia nel tuo portafoglio, o è in realtà una manifestazione della paura di perdere? È davvero un’opportunità o solo una distrazione?

Non dimenticare che le fluttuazioni del mercato a breve termine sono gravi distrazioni per la nostra consapevolezza dei guadagni a lungo termine.

Le poche domande che devi porti sono:

Questo calo avrebbe un impatto sulle fondamenta stesse del mio portafoglio?

Ho investito utilizzando denaro preso in prestito?

Ho investito in azioni in base a suggerimenti, poiché non so nulla?

Avrei bisogno dei soldi che ho investito in azionario nei prossimi 1-3 anni?

Se la risposta a tutte le domande di cui sopra è “no”, allora non c’è motivo di farsi prendere dal panico. Siediti e rilassati.

7.    Quindi cosa devo fare? Voglio una risposta definitiva.

Quando non puoi muoverti, amico mio, non ti muovi. Non fai nulla! Quindi siediti e leggi un buon libro.

D’altra parte, se hai una mossa ben ponderata e ragionata su come affrontare questa situazione, allora muoviti (avere un protocollo di investimento prestabilito per ogni fase di mercato ora ti può aiutare). Ma prima, per favore spegni la tv o chiudi la finestra google dove stai cercando previsioni. Non lasciarti ingannare dai commenti degli esperti che possano aiutarti a identificare (specialmente usando i grafici) un punto di ingresso esatto in cui puoi sapere che stai riacquistando azioni sui minimi o quasi. Il futuro è incerto e nessun grafico o predizione può aggiungere alcuna certezza ad esso.

In tutte le tue decisioni, agisci con saggezza e non ascoltare chi ti spinge verso la  paura ma anche l’avidità.

8.    Tutto questo sembra rilassarmi, ma resto innervosito. Cosa mi suggerisci di fare?

Come ho detto, non preoccuparti e non agire con fretta.

E vi prego di ricordare, come sempre, che anche questo passerà! Già ti sei dimenticato la pandemia del 2020, sono passati solo 2 anni.

9.    Dovrei spostare un po’ di denaro sull’oro? Ho sentito che è un’assicurazione contro i brutti momenti.

Hai ragione che serve da attenuatore nei momenti in cui altre asset class stanno calando. Giusto l’uso ma non l’abuso.

Non deterrei mai più del 10% del mio portafoglio in oro, semplicemente perché non credo che sia necessario più di questo. Non produce i flussi di cassa, ma soprattutto penso che sia meglio possedere azioni per il lungo periodo.

10. Quali azioni stai acquistando?

Risposta breve – le migliori del mondo!

Risposta lunga – Oltre l’80% degli investitori che fanno stock picking perdono denaro, gli stessi gestori di fondi difficilmente riescono a performare con costanza e per lungo tempo meglio del mercato nonostante abbiano informazioni e strumenti sopra di noi quindi come faccio ad avere le migliori azioni al mondo?

Affidandomi al miglior gestore del mondo ossia il mercato. Comperare un indice ti dà la garanzia di avere mediamente sempre le azioni più performanti nel lungo termine, riducendo il tuo rischio complessivo.

Ho sempre diffidato da chi si pubblicizza puntando sull’emotività di chi ascolta, diffido ancora di più da chi vuole “regalare” consigli vincenti ed ancora sta lavorando invece che essere in qualche paradiso terrestre godendosi il patrimonio frutto della sua bravura.

Ricorda ancora una volta, il sistema in cui viviamo mira a sollecitare l’estrema emotività, ma negli investimenti vince chi mantiene un ragionevole equilibrio.

Author:

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web.
Cookie policy